Notizie
 

carattere piccolo carattere normale carattere grande

Informazioni per l'organizzazione e la gestione delle attività estive


(notizia del 03/06/2021, ormai in archivio)

Il Servizio Diocesano per la Pastorale giovanile offre alcune informazioni che possono facilitare la messa a fuoco delle norme per l’organizzazione di GrEst e Campi in quest’estate 2021.

Le linee guida che riguardano GrEst e attività residenziali, emanate dal Ministero della Salute di concerto con il Ministero per le pari opportunità e la famiglia il 21 maggio scorso sono state recepite dalla Regione Veneto.

Inoltre, l’1 giugno la Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 2 ha elaborato, naturalmente in linea con le indicazioni regionali, il progetto Convivium, particolarmente utile perché a pag. 11 offre alcune informazioni sui corsi di formazione sanitaria degli educatori.

Per orientarsi in questo materiale abbondante, soprattutto a beneficio di chi lo scorso anno non ha proposto attività estive, questi i punti salienti per la gestione delle attività estive:

- obbligo di fare gruppi epidemiologici (le famose "bolle"!) dividendo i ragazzi a seconda della fascia d'età. Per quest’estate (a differenza della scorsa) non si fissa più un numero massimo preciso di ragazzi per ogni "bolla". Chiaro che il numero deve essere fissato - responsabilmente! - dal gestore dell'attività in base agli spazi. È necessario che si garantisca a tutte le persone presenti di poter mantenere il distanziamento di almeno un metro tra di loro (vedi pag. 3 delle Linee del Veneto). A pag. 5 del documento della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 2 si precisa con ancora maggior rigore rispetto alle linee regionali che i gruppi formati svolgono tutte le attività in modo indipendente rispetto agli altri gruppi. Devono essere evitate le attività di intersezione.

- a differenza dell’estate scorsa non ci sono più espliciti riferimenti all'impiego di educatori solo adulti. Nulla vieta dunque, l'impiego di animatori adolescenti. È tuttavia doveroso ricordare che, trattandosi di frangente molto delicato che comporta responsabilità più elevate del consueto, rimane opportuno (se non necessaria) la presenza di un adulto (maggiorenne) in ogni "bolla". Non adulti che girino su tutte le bolle (non ci può essere promiscuità!) ma uno per ogni bolla (vedi pag. 3 delle Linee del Veneto).

- per gli aspetti organizzativi vedi alle pagg. 4-6 delle Linee del Veneto.

Si segnala l’obbligo di tenere il registro di presenza di chiunque sia presente alle attività. Questo non c'era lo scorso anno. Tutti coloro che sono presenti alle attività, anche per tempi contenuti, devono essere registrati con giorni e orari della presenza, ogni giorno, al fine di tracciare le persone che, in caso di una positività, ne siano venute a contatto.

Inoltre, è richiesta la figura del referente Covid: un adulto che, in caso di necessità, conosca bene le procedure da applicare per un caso di positività, sappia comunicare all'ULSS le persone venute a contatto e quindi, ad esempio, conosca i luoghi dove sono custoditi tutti i registri di presenza.

- per le indicazioni igienico sanitarie vedi alle pagg. 6-8 delle Linee del Veneto.

Si segnala l’obbligo di misurazione della temperatura corporea in entrata: deve essere sotto i 37.5°.

- per la cura delle persone disabili e le attività di inclusione vedi a pag. 8 delle Linee del Veneto.

- per la gestione dei casi confermati e sospetti vedi alle pagg. 8-9 delle Linee del Veneto.

Le linee regionali del Veneto prevedono l’obbligo di far firmare il patto di responsabilità reciproca con le famiglie (un fac-simile del patto è alle pagine 10 e 11 delle Linee regionali).

La Regione Veneto, inoltre, sta dando la possibilità di vaccinarsi prioritariamente agli animatori (dai 16 anni in su) dei Centri e Campi estivi 2021 (ovviamente anche quelli organizzati dalle parrocchie).

Per chi è interessato, è possibile prenotare la vaccinazione per gli educatori e animatori (nel sito della Diocesi, insieme agli altri documenti citati, le comunicazioni per l'ULSS2 e per tutte le ULSS del Veneto).

Per l'ULSS2 Marca Trevigiana sono previsti anche dei corsi online a metà giugno, e sono state date delle indicazioni per segnalare eventuali casi positivi (a questo link).

 

Per indicazioni specifiche riguardanti la Regione Friuli Venezia Giulia, consultare quanto riportato sempre nel sito della Diocesi.

 

Sul sito del NOI Vittorio Veneto trovate indicazioni e aggiornamenti offerti dall'Associazione (vedi file linee guida GrEst – 1).

Per ulteriori domande o chiarimenti si può contattare don Alessandro Ravanello, Responsabile del Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile.





 
 
Diocesi di Vittorio Veneto © 2006-2021 - revisione: 09/04/2020info sui cookie  -  contattateci